Olio di Ricino e gli utilizzi in cosmesi

Postato il

L’olio di Ricino è ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi della pianta Ricinus communis L. della Famiglia Euphorbiaceae. É originario del Mediterraneo, India e Africa orientale.

Nei prodotti cosmetici viene indicato anche come Castor oil. 

 

Vanta davvero molte proprietà: antinfiammatorio, antimicotico, antisettico,  idratante e disinfettante.

In cosmesi quest’olio viene usato molto comunemente per la produrre di rossetti, maschere per capelli, oli da bagno, prodotti per ciglia e per le unghie. La sua consistenza densa difatti lo rende molto adatto per tutti questi preparativi.

L\’olio di ricino ha un\’ottima affinità per la cheratina, ( il principale costituente di capelli, peli ed unghie), il che lo rende adattissimo ad essere utilizzato in prodotti anticaduta per i capelli: difatti quest\’olio ha anche proprietà rinforzanti, ristrutturanti e ammorbidenti.

A causa della sua alta densità che lo rende un prodotto difficile da stendere, consigliamo di miscelarlo ad altri oli (come per esempio olio di cocco o anche l\’olio di semi di lino) per un impacco o versarlo direttamente nel flacone dello shampoo: 1o ml di olio ricino sono sufficienti e questo metodo farà si che l\’olio venga applicato ogni volta che si lavano i capelli, anche quando non si ha tempo di fare una maschera o un impacco!

 

Date le sue proprietà può essere utilizzato per rinforzare e dare volume alle ciglia e rinfoltire le sopracciglia, applicandolo puro ogni sera prima di dormire.

Grazie alle proprietà antibatteriche ed antifungine  naturali, se applicato quotidianamente con un pennellino, oltre a rinforzare le unghie aiuta a combattere e contrastare le fastidiose micosi.

Quest\’olio può essere utilizzato anche nella formulazione di uno struccante bifasico per gli occhi, naturale e fai da te.

Di cosa abbiamo bisogno? Prima di tutto di un contenitore pulito e asciutto, preferibilmente di vetro, che può essere sterilizzato in acqua bollente per una trentina di minuti.

Questo tipo di struccante è composto per la metà di una fase acquosa e per l\’altra metà di una fase oleosa.

Ora dobbiamo scegliere la parte acquosa più adatta al nostro tipo di pelle: un\’acqua di rose per un effetto antiage, o un infuso di fiori di camomilla per un\’azione decongestionante.

Per la parte oleosa possiamo orientarci verso un olio di jojoba, o un olio di cocco, sempre però  arricchendolo con una percentuale di olio di ricino (il 10% è sufficiente).

Ricapitolando

1 contenitore pulito

50 ml di acqua di rosa o infuso di camomilla o di fiori di lavanda

45 ml di olio di jojoba, di riso o di cocco

5 ml di olio di ricino

Va agitato ogni volta che si utilizza e bastano poche gocce su un batuffolo di cotone per struccare efficacemente e delicatamente e lasciare la pelle idrata.

 

 

 

 

Condividi su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

X